„Con l’animo di chi vuole guardare a domani!“ | Alessandro Urzì prende posizione sull’apello di MANIFEST/O

Ho letto con attenzione e molto rispetto la nota del Gruppo Manifesto e la ho condivisa fondamentalmente nella sua sostanza e e nella sua forma.

Una sola annotazione: con l’annessione seguita alla Grande Guerra il territorio di cui condividiamo il destino non è diventato da Suedtirol Alto Adige. O per meglio dire: lo è divenuto per un ventennio, che conosciamo. Oggi abbiamo in mano l’eredità giusta per considerarlo AltoAdige/Suedtirol, senza primati di nessuno. Terra di incontro e condivisione, di aspirazioni positive al futuro nella libertà di identità, espressione, pensiero, lingua.

manifesto - Mario UrzìAbbiamo tutti responsabilità pesanti ed in primis le istituzioni. Esibire le vicende della Guerra come trofeo dall’una o dall’altra parte, per impietosire nella visione degli „sconfitti“, per rivendicare presunti privilegi, nella visione dei „vincitori“, sarebbe un grave errore.

Condivido che si debba privilegiare una lettura storica che non abbini alle vicende un giudizio di merito.

E‘ possibile?

E‘ possibile non individuare nella Grande Guerra un antefatto del fascismo, come si fa troppo spesso?

E‘ possibile non individuare nella Grande Guerra una premessa naturale dell’Alpenvorland, come purtroppo si è fatto?

E‘ possibile non abbinare alla Grande Guerra la retorica del „primato“ degli uni sugli altri, come troppo spesso si è fatto nel celebrare quegli avvenimenti come un evento della Natura?

Insomma, il tema della storia condivisa sarà possibile solo attraverso una maturazione dentro nelle nostre coscienze, nel più intimo della nostra anima.

Per questo ho apprezzato il Manifesto 2019 che esprime un sentimento finalmente positivo collegato ad un evento della Storia che ha invece prodotto tanti dolori.

Oggi celebriamo la memoria storica, ricordiamo, ma  facciamolo con l’animo di chi vuole guardare a domani.

Ci riuscirà questo nostro Alto Adige sempre troppo legato al suo passato invece di nutrire fiducia nelle opportunità del suo futuro?

Io sono un ottimista di natura e voglio sperare di sì.

Grazie per l’attenzione.

Con cordialità e stima

Alessandro Urzì

Advertisements

Ihre Meinung ist uns wichtig!

Trage deine Daten unten ein oder klicke ein Icon um dich einzuloggen:

WordPress.com-Logo

Du kommentierst mit Deinem WordPress.com-Konto. Abmelden / Ändern )

Twitter-Bild

Du kommentierst mit Deinem Twitter-Konto. Abmelden / Ändern )

Facebook-Foto

Du kommentierst mit Deinem Facebook-Konto. Abmelden / Ändern )

Google+ Foto

Du kommentierst mit Deinem Google+-Konto. Abmelden / Ändern )

Verbinde mit %s